Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto

sabato 25 luglio 2009

"Ascolta, nel fondo dell'ombra/una visione ti viene incontro/un giorno senza tramonto le voci/si faranno presenze..."




Mon enfant, ma soeur, [Mia bambina, sorella mia,]

Songe à la douceur [pensa alla dolcezza]

D’aller là-bas vivre ensemble! [d'andare a vivere laggiù insieme!]

Aimer à loisir, [Amare appagati,]

Aimer et mourir [amare e morire]

Au pays qui te ressemble! [nel paese che ti somiglia!]

Les soleils mouillés [I soli umidi]

De ces ciels brouillés [di quei cieli torbidi]

Pour mon esprit ont les charmes [hanno per il mio spirito gli incanti]

Si mystérieux [così misteriosi]

De tes traîtres yeux, [dei tuoi ingannevoli occhi]

Brillant à travers leurs larmes. [che brillano attraverso le lacrime.]

Là, tout n’est qu’ordre et beauté, [Laggiù, tutto non è che ordine e bellezza,]

Luxe, calme et volupté. [lusso, calma e voluttà.]

Des meubles luisants [Lucidi mobili,]

Polis par les ans, [levigati dagli anni,]

Décoreraient notre chambre; [ornerebbero la nostra stanza;]

Les plus rares fleurs [i fiori più rari,]

Mêlant leurs odeurs [confonderebbero i loro odori]

Aux vagues senteurs de l’ambre, [ai vaghi sentori dell'ambra,]

Les riches plafonds, [i ricchi soffitti,]

Les miroirs profonds, [gli specchi profondi,]

La splendeur orientale, [lo splendore orientale,]

Tout y parlerait [tutto parlerebbe]

À l’âme en secret [nel segreto dell'anima]

Sa douce langue natale. [nella sua dolce lingua natia.]

Là, tout n’est qu’ordre et beauté, [Laggiù, tutto non è che ordine e bellezza,]

Luxe, calme et volupté. [lusso, calma e voluttà.]
Vois sur ces canaux [Guarda su quei canali]
Dormir ces vaisseaux [dormire quei vascelli]

Dont l’humeur est vagabonde; [dall'indole vagabonda:]

C’est pour assouvir [è per appagare]

Ton moindre désir [ogni tuo desiderio]

Qu’ils viennent du bout du monde. [che vengono dai confini del mondo.]

Les soleils couchants [I soli al tramonto]

Revêtent les champs, [vestono i campi,]

Les canaux, la ville entière, [i canali, la città intera,]

D’hyacinthe et d’or; [di giacinto e d'oro;]

Le monde s’endort [il mondo s'addormenta]

Dans une chaude lumière [in una calda luce.]

Là, tout n’est qu’ordre et beauté, [Laggiù, tutto non è che ordine e bellezza,]

Luxe, calme et volupté. [lusso, calma e voluttà.]




Sai dire addio ai giorni felici?




Ti invito al viaggio in quel paese che ti somiglia tanto.

I soli languidi dei suoi cieli annebbiati hanno per il mio spirito l'incanto dei tuoi occhi quando brillano offuscati.

Laggiù tutto é ordine e bellezza, calma e voluttà.

Il mondo s'addormenta in una calda luce di giacinto e d'oro.

Dormono pigramente i vascelli vagabondi arrivati da ogni confine per soddisfare i tuoi desideri. Le matin j'écoutais les sons du jardin la langage des parfums des fleurs.



-Baudelaire"l'invitation au voyage";Battiato"Invito al viaggio";Matisse"luxe,calme et voluptè"-

1 commento:

Marta,costantemente in capovolgimento netto ha detto...

...tormono picramente i vascelli vacaponti...
Sgalabro recita con una serietà tutto sua,quasi ridicola

...perchè la soluzione è SEMPRE un viaggio,bisogna solo scegliere con chi farlo

parti.